Dopo anni di capelli lunghi e carré di media lunghezza, questo è l’anno dei capelli corti, anche cortissimi. La tendenza è mainstream a Londra dove le donne osano più di noi ma sta stregando anche il cuore delle giovanissime italiane. Unico neo: i capelli corti necessitano di riprese del taglio almeno ogni mese e mezzo-due. Come conciliare la nuova moda dei capelli corti con il bisogno di restare di più a casa, fare i conti con la crisi economica da Covid-19 e, possibilmente, arrivare all’anno nuovo con chiome ancora in ordine e non scomposte o con la ricrescita?

Dai tagli più cool, come i bob medio-corti, le ciocche fluo ‘a tendina’ e i coraggiosi ‘pixie-cut’, vi svelo come prolungare l’effetto fino a 3-4 mesi in più e superare le feste imminenti con il look preferito.

Caschetto corto di Domenica Ricciardi, molto amato ora dalle ragazze che amano osare, è fra i look più cool del momento, e la manutenzione è facile tanto che il ritorno dal parrucchiere si può posticipare di un paio di mesi, cioè nel 2021

I tagli più nuovi sono i ‘pixie-cut’, i più cool al momento. Sono tagli corti soprattutto ai lati della testa e sulla nuca e pare si ispirino si folletti inglesi pixie. LIn realtà non c’è nulla di nuovo e tutto ritorna: la prima a mostrarli al mondo fu, negli anni ’50, una giovanissima Audrey Hepburn in Vacanze Romane. Dopo di lei la modella Wiggy con frangia laterale e, negli anni 80, la fantastica Annie Lennox.  Poi Emma Watson, Alley Berry che li sfoggiò per la cerimonia degli Oscar del 2001 e, recentemente, Katy Perry.  Amatissimi dalle inglesi e francesi , le giovanissime li rendono unici con ciocche fluo (verdi, fucsia, blu) anche attraversati da colori ‘a tendina’ per un effetto ‘underneath’ (le ciocche colorate sono nascoste sotto uno strato di altri capelli e si mostrano solo spostandoli oppure con code di cavallo).

Tagli facili e tagli difficili da mantenere a casa, qui un caschetto con rifiniture geometriche, complicato da asciugare da sole! foto di Toa Heftiba

Non tutte però gradiscono tagliare i capelli corti, soprattutto le italiane. Da noi resistono i bob, un must dell’estate passata. Ora però si fanno più corti anche a scoprire le orecchie, zona del corpo ritenuta fra le più sexy e che fino ad oggi i capelli hanno nascosto.

Come mantenere i tagli, appena fatti dal parrucchiere, fino a dopo le feste e arrivare al 2021 ancora con chiome perfette?

I tagli corti e cortissimi tipo i pixie cut, molto amati soprattutto dalle anglosassoni che sono più coraggiose di noi, sono tagli audaci, perfetti su alcune morfologie del viso e per caratteri forti ma che necessitano di una maggiore manutenzione. Per farli durare di più vanno eseguiti modificandoli con lievi punti di taglio, riempimenti o svuotamenti dei volumi e con frange con la riga laterale. Così si può andare una sola volta dal parrucchiere per il primo taglio e, con qualche strategia casalinga, farli reggere in modo piacevole anche fino a Natale.

Taglio pixie cut di Domenica Ricciardi, è il più cool dell’inverno 2020 prevede però il ritorno dal parrucchiere per mantenerlo

Per i corti pixie-cut suggerisco di rinunciare  a quelli cortissimi, mettiamoli in stand by per qualche mese. Inoltre no alle frangette corte, difficili da gestire. I pixie-cut si prestano invece ad essere realizzati leggermente più lunghi nel volume superiore per ricadere sui lati. Saranno più in movimento e molto femminili se abbinati a frange di media lunghezza laterali in modo che, crescendo, si possano fermare con cerchietti sottilissimi, nastrini di velluto o foulard oppure dietro all’orecchio per un bell’effetto charmant. No a becchi, mollette colorate, fermagli o mollettoni, neanche a casa.

Bob lungo a firma Domenica Ricciardi per Rocio Munoz Morales, facile da asciugare e mantenere da sè ad eccezione della frangia, dettaglio più difficile da sistemare nel modo giusto

Come regola generale i bob corti o medio lunghi, anche leggermente sfoltiti sono il taglio più facile da gestire. Il bob in crescita si può legare con foulard e nastri in una coda bassa oppure, per le prossime serate di festa seppure le passeremo a casa, appuntando una molletta gioiello su un lato del viso.

Bob corto per Anna Foglietta, di Domenica Ricciardi, è fra i tagli di più facile manutenzione e se lasciato crescere permette di creare acconciature ideali per le feste invernali aiutandosi con nastri, cerchietti sottili e mollette luccicanti

Pieghe perfetta anche con i capelli che crescono: 

Armi di manutenzione casalinga di ogni tipo di look sono i prodotti fissativi come gel, spume e cere. Le formulazioni sono di diverso livello di tenuta, si va dalle spume leggere, alle cere ammorbidenti fino ai gel duri ed extra duri. Le cere sono ottime per dare alla piega un effetto migliore ma non scolpito,  i gel sono ad effetto più strong e bagnato. Le spume sono un prodotto ibrido, a metà fra un gel ed una cera. Provateli e dosateli finché non trovate il vostro effetto preferito.

Asciugare i capelli a casa, per evitare l’effetto crespo, spento e piatto dopo poco tempo sono necessari i prodotti fissativi , foto di Arun Sharma on unsplashPunto dolente, infine, il colore:

In linea generale, se si deve prolungare il numero di settimane fra una tinta e l’altra, vale la regola di non cambiare nettamente il proprio colore di base e scegliere solo un tono di colore differente. Per chi ha una ricrescita bianca importante, invece, consiglio di non tingerli affatto ma di fare un taglio cool e averne cura ogni giorno con detersione e trattamento.

I capelli bianchi però sono bellissimi solo se lucenti e ‘indossati’ in modo giovane. Se la dose di bianchi è  inferiore al 50% invece è meglio tingerli con schiariture o con prodotti coloranti di tipo semi permanente.

La tintura classica può attendere tempi migliori.

Buone feste e mi raccomando proteggete voi e i vostri cari evitando i luoghi affollati e indossando sempre la mascherina!

Domenica R.

n.b: ringrazio le donne che si sono affidate a me per i tagli che vedete negli scatti fotografici di questo post