L’indipendenza economica è la strada per la felicità, delle donne soprattutto.

Arriva anche in Italia Dress for Success, associazione no profit nata negli Stati Uniti e ideata per supportare le donne che hanno perso il lavoro a recuperare la strada della propria realizzazione economica. Liberandosi di insicurezze, limiti che paiono impossibili e invece sono spesso frutto di pensieri negativi, di mille problemi oggettivi e ricominciare col supporto di una rete tutta al femminile. Questa si che è bellezza e merita spazio in questo diario in rete.

Per le donne l’abito fa il monaco, soprattutto quando col vestito giusto si ricomincia. Può apparire frivolo, perfino inutile e invece non lo è affatto. Tailleur classico o completo casual, abiti professionali coniugati a nuove motivazioni e più fiducia in sé stesse, insieme ad un curriculum ben scritto e a misura di quel tipo di impiego, oltre ad una rete di altre donne che ti supporta nel primo periodo di ricerca, nei colloqui e nell’avvio della nuova professione (come financial planning, time management, assertività, presentazione di un ruolo professionale, possibilità di networking) sono un ottimo punto di partenza per riprendere in mano la propria vita. Trovare il lavoro, dopo averlo perso da mesi, è per le donne l’unica molla per rinascere e diventa difficile più passa il tempo.

Racconto la storia dell’associazione dagli albori alla prima sede italiana di Dress for Success che sarà inaugurata a Roma l’8 marzo in occasione della Festa delle Donne, su Ansa Lisfetyle:  http://bit.ly/2Ehgu2X